Moncone ombelicale.
Guida pratica alla medicazione.

Moncone ombelicale. Guida pratica alla medicazione

Il parto è avvenuto, hai finalmente conosciuto il tuo bambino e il taglio del cordone sembra dare il via alla nuova vita. Dopo il taglio, però, rimane ancora un piccolo segmento, detto moncone ombelicale, che cadrà spontaneamente nell’arco di una decina di giorni mediante un normale processo di essiccamento. Fino a quel momento è importante prendersene cura, medicandolo almeno due volte al giorno e qualora entri in contatto con i bisogni del piccolo.

È un’operazione molto semplice e richiede pochi minuti.

Cosa avere a portata di mano:

  • Garze sterili.
  • Disinfettante specifico.
  • Retine elastiche.

RICORDATI
La chiave per accelerare la caduta del moncone è tenerlo sempre asciutto in modo da favorire l’essiccamento.

Come procedere:

  1. Lava e asciuga accuratamente le mani.
  2. Imbevi una garza con il disinfettante e ripulisci delicatamente la zona circostante. Poi asciuga con altrettanta delicatezza.
  3. Osserva che non siano presenti secrezioni, odori sgradevoli o arrossamenti.
  4. Avvolgi il segmento con una nuova garza imbevuta di disinfettante, compiendo più giri fino a coprirlo completamente.
  5. Posizionalo verso l’alto e adopera una retina elastica per tenere ferma la fasciatura.

Alcune mamme temono che la medicazione possa fare male al piccolo, ma non c’è pericolo: il moncone è privo di terminazioni nervose quindi nessun dolore! Se piange è semplicemente per la sensazione di freddo dovuta al contatto con il disinfettante.

Anche dopo la caduta del segmento, sarebbe opportuno continuare con la medicazione per qualche giorno e coprire la parte con una garza asciutta per evitare contatti con il pannolino.

L’umidità è nemica della cicatrizzazione quindi posticipa il momento del bagnetto fino a che il moncone non sarà caduto del tutto.

Scarica il PDF della scheda